“Mi sono innamorata, lui è sposato, presto uscirà di casa”

STORIE DI ORDINARIA ATTESA E SECONDI POSTI ALL’OMBRA

“Non ho idea di quante volte l’ho sentita questa storia, né di quante la sentirò ancora.

Il problema è che il vostro uomo uscirà di casa quando: la moglie starà meglio, i figli saranno più grandi, la nonna uscirà dall’ospedale, il suo momento di crisi sul lavoro finirà, il figlio o la figlia sarà operata di appendicite, la suocera si rimetterà dalla caduta, il fratello troverà un nuovo lavoro, la famiglia si sarà ripresa dalla morte del cane!

Il libro delle scuse è infinito.

L’80% delle volte il vostro amore non uscirà mai di casa. Il 10% delle volte uscirà per un’altra donna e non per voi, il restante 10% forse per voi.

Interessante no?

Nel frattempo, care donne che vi siete innamorate di quell’uomo che “poverino” non fa più l’amore con sua moglie da anni, (anche se lui di anni ne ha 30, 40 o 50 ed è all’apice del desiderio sessuale!) voi sarete la sua bombola di ossigenoo la sua traghettatrice verso una nuova relazione.

Eh già, questo è quello che siete voi.

Lo sostenete nel rimanere in una relazione che è un po’ stanca o attraversa un momento di crisi.

Ma voi, care crocerossine, quando lo vedete di nascosto nel bar di un paesello che pochi conoscono, voi lo aiutate a rimanere e non ad andarevia. A RI-MA-NE-RE.

Chi ha una relazione conflittuale, una relazione che è diventata molto routinaria, che non offre più stimoli, quanto esce e viene da voi: si ricarica, si nutre.

Voi siete gioiose, piene di desiderio, accoglienti, lo ascoltate, lo aiutate, poverinooooo! Con quella “stronza” con cui è sposato: troppo piccola, troppo alta, troppo magra, troppo grassa, poco interessante, noiosa, poco curata, ossessionata dal fisico, superficiale, troppo profonda: una palla!

E vi avvelenate con pensieri su una donna, “la moglie”, che non conoscete. La odiate, perché non lo lascia andare!

Davvero? Povero uomo incarcerato. Salvatelo!

Voi siete una bombola di ossigeno piena di vita:  nell’incontro non portate routine, ma la novità; non ci sono problemi quotidiani ma solo progetti futuri. Niente discussioni (all’inizio, care) ma solo entusiasmo ed eros.

Lui si riempie, si ricarica, gioisce, gode e torna a casa pronto per sostenere la sua relazione! Grazie a voi! Yeppaaaaaaa!

 

Ma cosa succede con il passare del tempo? Questo: diventate più irritabili, siete meno gioiose, avete meno eros, collassato dall’attesa che esca di casa. Siete l’amante ma diventate l’archetipo per eccellenza della moglie “scassapalle” e lamentosa: “quando lo dici, quando le parli?”

Siete arrabbiate e giustamente: è stato ricoverato l’ennesimo parente e lui non può ancora separarsi. Suo figlio/figlia va male a scuola e la famiglia deve essere unita per risolvere il problema! Sono passati magari due anni e accidenti avete proprio scelto una famiglia sfigata in cui succede di tutto!

Perché vi accontentate del secondo posto? Di essere argento invece che oro?

Qual è il vostro spazio? La vostra presenza quanto vale? Quanto siete disposte ad umiliarvi ancora?

Nell’ombra, nel nascondimento, anche l’amore più meraviglioso di questo mondo muore. Senza luce niente sopravvive. Niente.

L’ombra, l’attesa vi corrodono la gioia, vi spengono, vi tolgono il potere. Care Donne, la relazione con un uomo sposato spesso vi toglie completamente il vostro potere. Rimanete ingabbiate, amareggiate, arrabbiate, invecchiate.

Perché gli anni, tra una scusa e un’altra passano, diventate una seconda moglie, ma senza i privilegi e i doveri, mangiate briciole velenose pur di non perderlo, senza vedere che lo avete già perso. Avete fame d’amore e pur di riempirvi vi accontentate. Non è decisamente la strada per la felicità.

Che cosa può accadere con queste premesse: fantastici scenari.

Primo scenario: forse un giorno arriverà un’altra donna, che non ha voglia di scuse, che non ha desiderio di infilarsi in un tradimento, che vuole un rapporto pulito e lui si, per quella donna si separerà e voi sarete state “Le Traghettatrici” quelle che gli hanno fatto capire che c’era ancora la possibilità di amare, di avere una relazione più profonda, ma non con voi. Cuore frantumato in 10.000 pezzi, autostima -100.000, sofferenza incalcolabile, umiliazione.

Secondo scenario: anche la vostra relazione nel frattempo è diventata: routinaria, senza luce, è meno potente, meno coinvolgente, meno interessante, è limitata e somiglia sempre di più al suo matrimonio. Quindi decide di chiudere. Cuore frantumato in 1.000 pezzi, rabbia, autostima a 0.

Terzo scenario: la moglie lo caccia e corre da voi. Felicità per qualche mese. (Non lo ha scelto lui!)

Quarto scenario: esce di casa per amore vostro, nonostante siate rimaste dentro la relazione clandestina (2%). Miracolo!

Può accadere di innamorarsi di un uomo impegnato: sì, può accadere! Nel 2019 non è certo una rarità e forse non lo è mai stato, ma occorre cambiare.

Dall’altra parte c’è un’altra donna, non lo dimenticate. Forse non sa nulla (o non vuole vedere, perché tutte le donne possono sentire se sono tradite!) o forse lo sa, ma non riesce a prendere una decisione. Non la conoscete: non giudicatela, quello che c’è dentro una coppia solo la coppia lo sa.

Non ci insegnano a “sentire” ad amare in profondità, non ci insegnano nulla riguardo all’amore e al rispetto nella coppia, dando per scontato che l’amore sia qualcosa che si svolge da sé, un programma interno. Allora è un programma mancante, vecchio! Non più funzionale: da rettificare, da ricaricare con informazioni più utili per l’era caotica amorosa in cui viviamo!

Uscite da queste relazioni tossiche, non portano a nulla.

Fate un passo indietro, rispettate voi stesse, ambite al primo posto e ad un rapporto sotto la luce del sole. Lo meritate, così come la moglie ha bisogno della verità. Ricordate che quella donna non merita di essere tradita, perché nessuno merita di essere umiliato e ingannato.

Un giorno quella donna potreste esser voi. Avete un’idea di quanto fa male? Vi siete mai fermate a pensare a questo?

Uscite da questa relazione, se davvero è stato un incontro profondo, se è nato un amore, l’unico modo per proteggerlo è nella verità.

Se l’uomo è davvero innamorato di voi, se anche per lui è stato un incontro importante, prenderà responsabilità e non mentirà più.

Lo amate? Allora aspettate di avere le condizioni pulite per iniziare una relazione: questo è l’unico modo per far crescere un Amore e per avere un uomo maturo.

Difficile? Si, certo, lo è. Lasciare andare qualcuno che si ama è difficile, ma possibile.

Guardate meglio: è decisamente più pericoloso perdere tutta l’autostima, il potere interno, essere una bombola di ossigeno o una traghettatrice, essere sempre al secondo posto, argento invece che oro, essere una donna da nascondere.

VOI NON SIETE DONNE DA NASCONDERE! SIETE ORO CHE LUCCICA ALLA LUCE DEL SOLE!

Meglio un passo indietro e soffrire per un po’ che fungere da bombola di ossigeno!”

Questo raccontava quella donna dai capelli corvini, in piedi davanti agli scaffali colmi, nella Bottega dell’Amore.

 

Isabella, curiosa frequentatrice della bottega.

Contatti


Mirya - Lo spazio delle donne
via Statuto 13, Cuneo

Staff


seguici


© 2018 Mirya - Associazione Sefira | Via Statuto, 13 - 12100 Cuneo | p.iva 96088070048